martedì 8 luglio 2014

Estrazione del giveaway di inizio estate!

Booklovers, eccoci giunti al momento tanto atteso: l'estrazione del giveaway di inizio estate!
Prima di tutto però, voglio ringraziarvi per la partecipazione e per l'interesse che avete dimostrato!

Ho estratto i vincitori in modo totalmente casuale, inserendo una lista di nomi sul sito random.org, ripetendo più volte il nome di chi ha guadagnato punti extra condividendo l'iniziativa, come precisato nel regolamento.

Le vincitrici sono... Alessandra P. (1 estratta) e Alenixedda (2 estratta)! Controllate la vostra casella di posta, perchè vi ho appena inviato una mail!

mercoledì 2 luglio 2014

Meme Book Tag!

Buongiorno booklovers!
Oggi ho deciso di pubblicare una nuova puntata di fare un book tag davvero particolare, che ho trovato sul blog Alla scoperta di libri (se non lo conoscete dovete assolutamente rimediare!). Cristina lo ha elaborato ispirandosi al famoso Emoji Book Tag, che sta spopolando fra gli youtubers. Non appena l'ho visto ho pensato che fosse favoloso, quindi eccolo qui!
Ovviamente siete tutti taggati, se vi va potete lasciarmi le vostre risposte nei commenti.


LET'S GET STARTED!

1. A quale libro stai pensando, con questa espressione? (E’ uscito finalmente un libro che aspettavi da tempo, cover reveal, ti sei impossessato del seguito di una serie che aspettavi...) 

Sicuramente il libro in questione è Teorema Catherine, del mio amato John Green. Non si tratta di una nuova pubblicazione, ma in Italia era veramente irreperibile. Ho provato in tutti i modi ad averlo: Feltrinelli, Mondadori, Amazon, Ibs, Libraccio, Comprovendolibri. Ma niente da fare, non riuscivo a trovarlo. Poi ecco che la Rizzoli decide di ristampare 4 dei suoi romanzi. E Teorema Catherine è finalmente mio! 

2. Not bad con tanto di Obama. Espressione della serie "pensavo peggio". Un libro che hai iniziato a leggere senza aspettative ma che poi ha saputo sorprenderti?
 
The Selection, di Kiera Cass. Dopo aver letto critiche su critiche, ho deciso comunque di leggerlo perchè la trama mi ispirava e mi incuriosiva tantissimo. Certo, non è un capolavoro e la Cass non è una grande autrice, però mi è piaciuto.


3. Non penso ci sia bisogno di spiegazioni. A che libro assocereste questo Meme piagnone? (Aka un libro che vi ha fatto piangere)

Non avrei voluto citarlo di nuovo, ma il romanzo che mi ha fatta piangere come una fontana è Colpa delle stelle, del caro John. Dai, è praticamente impossibile non commuoversi leggendo le ultime pagine di questo romanzo. Per non parlare della scena del parcheggio (non farò spoiler, promesso!), che ha spezzato il mio cuoricino in mille piccoli pezzi. Altri romanzi che sono riusciti a farmi versare qualche lacrimuccia sono Le pagine della nostra vita e I passi dell'amore, di Sparks. 

 


4. Why? Why? WHY? Perché? Un fatto, un avvenimento o una svolta di un libro che vi ha fatto rimanere di stucco. 

Il bacio dell'ombra, terzo capitolo dell'Accademia dei Vampiri, serie scritta dalla talentuosa Richelle Mead. Gli ultimi capitoli di questo romanzo mi hanno lasciata senza parole. [SPOILER. evidenzia per leggere] Dimitri tramutato in strigoi? Ero letteralmente allibita quando sono arrivata a quel punto. Di sicuro è stata una scelta coraggiosa, da parte dell'autrice, "uccidere" uno dei personaggi principali e più amati della serie. [FINE SPOILER] Perchè Richelle, perchè lo hai fatto??


5. I'm watching you. Guarda che ti tengo d'occhio! 

Deep Blue di Jennifer Donnelly, un romanzo paranormal per young adults che ha come protagonista la figura della sirena. Mi ispira un sacco, ma ho paura di prendere una cantonata. Così ho deciso di aspettare a prenderlo, per leggere le recensioni e i commenti di altri blogger o degli utenti di aNobii, GoodReads e siti vari. Qualcuno di voi, booklovers, lo ha già letto? Cosa ne pensate?


6. Un libro che sia un mattone, un classico o qualcosa che vi rifiutate di leggere ma che vi incuriosisce perché tutti ne parlano e prima o poi vi ripromettete di leggere. 

IT, del magistrale Stephen King. Amo questo autore e vorrei recuperare tutti i suoi lavori. Ma IT... proprio non ce la faccio! La sua mole mi spaventa, specialmente perchè lavorando mi ritrovo ad aver voglia e bisogno di romanzi brevi e poco impegnativi. Spero, un giorno, di riuscire a trovare il coraggio per leggerlo, dopotutto io amo il Re e IT sembra essere il suo lavoro migliore (a detta della maggioranza dei suoi fans). Voi lo avete letto? Me lo consigliate?



7. Oh God Why. Eppure dicevano di te... che fossi imperdibile, un bestseller addirittura!

Noi siamo infinito, di Stephen Chbosky. Per me è un enorme NO. Forse le mie aspettative erano troppo alte, forse l'ho letto nel periodo sbagliato... o forse, semplicemente, io e Charlie non siamo fatti l'uno per l'altra. Ho trovato irritante lo stile di scrittura dell'autore e freddo e distante il protagonista del romanzo. E pensare che tanti lo hanno amato...



8. Questa è la mia faccia da "sono andata a letto tardi per finire quel libro". Quale libro?

Fino a un'anno fa, prima di laurearmi (ovvero, una cazzeggiatrice incallita!), mi capitava spesso di rimanere sveglia fino a tardi per terminare di leggere un romanzo. Fra i tanti ricordo I doni della morte, di zia Jo e Il college delle brave ragazze, di Ruth Newman.



9. Mother of God. Toglietevi gli occhiali, affinate la vista. E' comparso QUEL protagonista. IL protagonista!

Uno? Devo davvero indicare solo un personaggio?? Non posso farcela, quindi ecco la carrellata (non in ordine di preferenza... li amo tutti!): Jace, Will e Jem (Shadowhunters di Cassandra Clare), Daemon (Obsidian di Jennifer. L. Armentrout), Augustus Waters (Colpa delle stelle, di John Green), Tobias "Four" Eaton (e non Tobaias di Divergent, Veronica Roth), Gale (Hunger Games, Suzanne Collins), Adrian Ivashkov (L'accademia dei vampiri, Richelle Mead).

lunedì 30 giugno 2014

Recensione: Non dirmi un'altra bugia, di Monica Murphy


Monica Murphy 
Non dirmi un'altra bugia
Pagine 256 - 9,90 € 
Newton Compton Editori
Trama: Drew Callahan è un ragazzo ricco, affascinante, la stella della squadra di football del college. Le ragazze lo desiderano, ma nella sua vita sembra non esserci spazio per l’amore. Fable invece ha dovuto rinunciare agli studi per lavorare come cameriera e occuparsi di sua madre e del suo fratellino. È bellissima e ha già avuto diversi ragazzi, ma nessuno le ha mai fatto davvero battere il cuore. Drew e Fable si conoscono appena quando lui le chiede, in cambio di una somma di denaro, di fingere per una settimana di essere la sua ragazza e trascorrere con lui la festa del Ringraziamento nella villa di famiglia. Fable accetta, perché quei soldi le fanno comodo e tra loro non ci sarà sesso: sarà solo una finzione per i genitori di Drew. Ma le cose presto cambieranno...

Recensione:


Estate, mare, voglia di leggere qualcosa di leggero e romantico. Con il Kindle in mano e un po' di sabbia fra le dita, mi ritrovo a fissare la copertina del romanzo di Monica Murphy: Non dirmi un'altra bugia. "Perchè no?", mi sono chiesta. Dopotutto il genere New Adult non mi dispiace e questo romanzo sembra essere piaciuto moltissimo a tante lettrici.
Così volto la pagina digitale e mi immergo totalmente nella storia di Fable e Drew.
 

Lei è una ragazza con la testa sulle spalle: lavora in un bar e si occupa delsuo fratellino, perchè la madre è troppo occupata a cambiare continuamente fidanzato e a bere qua e là. Il locale in cui lavora è frequentato da studenti del college e lei, essendo uscita con alcuni ragazzi nella squadra di football, ha la fama di essere una facile.
Drew invece è uno studente del college. Studia e gioca a football. Bello, muscoloso, ricco e ovviamente tormentato. Nasconde un enorme segreto, che non ha mai rivelato a nessuno e che gli impedisce di legarsi troppo a chiunque, infatti - nonostante la schiera di ammiratrici - non ha mai avuto una fidanzata.
La Murphy ci ripropone il sempreverde Pretty Woman in salsa New Adult: Drew assume Fable, deve fingersi la sua fidanzata per la settimana del ringraziamento, che trascoreranno nella sua villa, con suo padre e la sua matrigna.

Non dirmi un'altra bugia non brilla di originalità, ma è riuscito a catturarmi e ad incuriosirmi quando basta per farmi leggere la prima metà del romanzo tutta d'un fiato. Fable e Drew sono due ottimi protagonisti. Lei è decisa, forte, ha sempre la risposta pronta, è una combattente: non si lascia abbattere da niente e da nessuno. Questo è il genere di ragazza che mi piace ritrovare al centro di un romanzo! Drew invece è il classico bello e dannato, che tanto fa impazzire noi lettrici. Ma Drew è amche gentile, dolce e non è il solito playboy che, nel giro di pochi capitoli, lascia dietro di sè una scia di ragazze sedotte e abbandonate. I personaggi sono la vera forza di questo romanzo. E se già presi singolarmente sono ottimi, provate a pensare alla perfetta alchimia che può crearsi tra loro!
Inevitabilmente Fable e Drew finiranno per provare qualcosa l'uno per l'altra, ma il loro amore sarà contrastato dai fantasmi del ragazzo e dalla sua matrigna. 

"Potrebbe non valerne la pena, ma non credo. Questa persona è entrata nella mia vita per una ragione, come io sono entrata nella sua. Forse dobbiamo darci una mano a vicenda. O darci speranza" 

Non dirmi un'altra bugia è narrato dal punto di vista di entrambi i protagonisti, e consente così al lettore di immergersi appieno in entrambi i mondi dei due ragazzi, che sono così distanti e così diversi fra loro.
Il romanzo perde un po' di magia nella seconda metà, quando il rapporto di Drew e Fable diventa più fisico, per poi risollevarsi nel finale. Non sono un'amante dei romanzi erotici, quindi certe scene non sono riuscite ad emozionarmi come invece è successo ad altre lettrici. Monica Murphy comunque, non ha la stessa penna irriverente e ribelle di Abbi Glines: se non avete apprezzato le scelte stilistiche dell'autrice della serie di Rosemary's Beach e della duologia di The Vincent Boys, potete leggere tranquillamente la Murphy!
Non ho apprezzato la leggerezza con cui l'autrice introduce e affronta alcuni argomenti di particolare importanza, sembra quasi che non sia riuscita a trovare il modo più consono per approfondirli, per cui li ha semplicimente lasciati cadere. Spero comunque che nel secondo volume, intitolato Dammi un'altra possibilità, vengano ripresi con una maggiore cura.
In questa seconda parte del romanzo ci sono alcuni colpi di scena, ma il lettore riesce facilmente ad intuire cosa accadrà e perchè. La Murphy avrebbe potuto celare meglio alcuni misteri, per rendere il romanzo più interessante.
Se avete voglia di leggere qualcosa di romantico e sexy, Non dirmi un'altra bugia fa al caso vostro!

Giudizio: