lunedì 15 settembre 2014

Estrazione giveaway!

Booklovers, siete curiosi di sapere chi ha vinto il giveaway?
 
Come sempre, ci tengo tantissimo a ringraziarvi per la partecipazione e per l'interesse che avete dimostrato! Non mi sarei mai immagnata così tanti iscritti!

Ma ora, passiamo all'estrazione...

Ho estratto i vincitori in modo totalmente casuale, inserendo una lista di nomi sul sito random.org, ripetendo più volte il nome di chi ha guadagnato punti extra condividendo l'iniziativa, come precisato nel regolamento.

Le vincitrici sono... Sara Trovato (che si aggiudica Break - Ossa rotte) e El Eaton (che vince Angel)! 
  Controllate la vostra casella di posta ragazze! :)

mercoledì 10 settembre 2014

L'angolo di una fangirl #4 - The Giver. Il Donatore

 
Ama leggere, guardare serie tv, film inglesi e made in USA.
Impazzisce per la Marvel, per Doctor Who e Once Upon a Time. 
Potterhead. Demigod. Tribute. Shadowhunter. Divergent.


The giver - Il donatore è un libro che occupava ormai da tempo un posticino nella mia libreria.
Mi sono decisa a prenderlo in mano grazie a tutte le recensioni positive che ho letto sul suo conto e, devo ammetterlo, sono rimasta veramente entusiasta di questa lettura!


"Molto tempo fa, gli uomini fecero una scelta: scelsero di passare all'Uniformità. Rinunciarono ai colori, così come al sole e alla neve e a tutte le altre differenze. Abbiamo acquisito il controllo di molte cose, ma ne abbiamo perse altrettante."

Jonas è un ragazzino di 12 anni e ormai, per lui e per tutti i ragazzi della sua età, è arrivato il momento della Cerimonia: gli verrà assegnata una mansione da svolgere all’interno della comunità.
La comunità in cui vive Jonas non è come quella da noi conosciuta, è infatti costituita da una serie di rigide regole: tutti i tipi di emozioni sono stati repressi, così come le pulsioni sessuali e non esiste possibilità di mettere alla luce dei figli. Infatti, questo compito è destinato alle Partorienti: donne che daranno alla luce dei figli, affidati poi ad altre famiglie.
Le famiglie nella comunità non sono nate dall’amore, ma sono state assortite in modo da formare delle coppie equilibrate e perfette. Non vi sono colori, musica o privacy. Ogni individuo al mattino deve condividere i propri sogni con la famiglia e alla sera deve condividere la sua giornata, non vi è la possibilità di opporsi a questo rituale. Tutti gli individui sono uguali, se qualcuno non dovesse seguire le regole sarà soggetto al Congedo, nessuna eccezione per i neonati e gli anziani.
 

Durante la cerimonia a Jonas verrà assegnato il ruolo di raccoglitore di memorie, una carica importante per il bene della comunità.
Sarà quindi addestrato dal donatore (ex raccoglitore di memorie). Il nostro protagonista inizierà così a conoscere i colori, il dolore, la sofferenza, la guerra, la gioia, l’amore e tutte altre emozioni e sentimenti ormai repressi dalla comunità.
Ma, cosa più importante, Jonas inizierà a diventare dubbioso su ciò che lo circonda, comincerà a porsi delle domande, trascinando il lettore nel fantastico universo creato da Lois Lowry!

“Voi mi amate?” seguì un momento di silenzio impacciato, poi a papà sfuggì una risata.”Jonas proprio tu! Precisione di linguaggio, per piacere!” “Che vuoi dire?” chiese Jonas. Tutto si era aspettato, fuorché una reazione divertita. [...] “Naturalmente la nostra comunità non può funzionare correttamente se non si usa un linguaggio preciso. Perciò puoi chiedere “provate piacere a stare con me?” e la risposta è sì” proseguì Mamma. “o” suggerì Papà “siete fieri dei miei risultati? E di nuovo la risposto è sì”. “capisci perché non è appropriato usare il termine “amare”?” chiese Mamma. Jonas annuì. “ Sì, grazie, lo capisco” rispose lentamente.
Quella fu la prima volta che mentì ai genitori.”

Ho amato questa lettura dall’inizio alla fine. 
Consiglio caldamente The Giver - Il donatore a tutti gli amanti e non della distopia. Non fatevi ingannare dallo stile di scrittura - che potrebbe apparire mediocre e da bambini (tutti pensano che sia un libro per bambini ma affronta temi che un bambino non potrebbe comprendere) - poiché, dietro la storia di Jonas, si possono riscontrare molte tematiche importanti come la sessualità, l’eutanasia e l’infaticidio. Non a caso è stato censurato in molte scuole americane!

I romanzi che compongono la serie, tutti editi in Italia da GiuntiY

Mi raccomando, godetevi questa lettura e riflettete grazie alla storia di Jonas.
Ora vi lascio con il trailer del film The giver - Il mondo di Jonas in uscita nelle sale italiane l’11 settembre.



#ElenaWinchester

mercoledì 3 settembre 2014

Citazioni Preferite #1

Ricapitolando, lei era tutta alti e bassi, prima fuoco e fiamme e subito dopo fumo e cenere.” 
 “Così me ne tornai nella mia stanza e crollai sul letto, pensando che se gli esseri umani fossero precipitazioni atmosferiche, io sarei stato una pioggerella, lei un ciclone.
Ma perché proprio Alaska?” domandai.
Sorrise con l’angolo destro della bocca. “Più tardi ho scoperto cosa significa. Viene da una parola aleutina, Alyeska. Vuol dire “ciò contro cui si infrange il mare”, e mi piace da morire.
Immaginare il futuro sa di rimpianto.
Ama l’imperfetto tuo prossimo con l’imperfetto tuo cuore” 
 
—  John Green, Cercando Alaska